INIZIO


L'antenna

della Bandiera

dal Calendario ASCI 1955 La Bandiera Ŕ il simbolo di una comunitÓ nazionale della quale noi facciamo parte. Ci ricorda che ci sono altri uomini attorno a noi.

La Patria, il senso di fraternitÓ con gente diversa da noi ma che parla la nostra lingua, la fierezza di sentire dietro di noi una storia di tremila anni, i nostri nonni e i nonni dei nostri nonni: le radici della vecchia pianta di cui noi siamo i germogli.

Per questa comunitÓ, per questa bandiera, molti hanno dato anche la vita.

Per noi la bandiera Ŕ pure il simbolo di un servizio che dobbiamo dare agli altri uomini che ci vivono attorno.

Questo spirito di servizio si chiama civismo: Ŕ il dono di sÚ alla propria Patria, agli uomini del proprio Paese. E’ un dovere che inizia nell’ambiente in cui viviamo e lavoriamo quotidianamente, per riflettersi verso. orizzonti sempre pi¨ vasti.

Chi non Ŕ capace di inserirsi nella comunitÓ di oggi, a maggior ragione sarÓ incapace di inserirsi nella comunitÓ pi¨ grande di domani.

Nel futuro infatti il concetto di Patria si dovrÓ allargare sempre pi¨; se oggi la nostra Patria si chiama Italia, domani si chiamerÓ Europa, affratellando un numero sempre maggiore di uomini.

Il patriottismo infatti non Ŕ uno spirito gretto ed egoista, che tende a chiudere gli uomini dentro confini e barriere, ma uno spirito generoso di servizio aperto verso soluzioni sempre pi¨ ampie e progredite.

Per noi cristiani poi il civismo ha un valore ancora pi¨ alto: ogni uomo sia egli nero, giallo o bianco, Ŕ nostro fratello in Cristo e per il Cristo, ed ha diritto della nostra collaborazione piena per il raggiungimento della meta comune.

(Tratto e in parte riadattato da un articolo pubblicato sul giornalino ASCI "L'Esploratore", metÓ anni '60)

ETICA CRISTIANA E STATO

VERSO LA PATRIA?

QUALCHE IDEA

IL TRICOLORE

L'INNO NAZIONALE

 In sottofondo "L'inno del Piave", senza voler fare "retorica"

(Grazie a Save che ne ha risistemato il motivo musicale)

INIZIO